LE SANZIONI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

In caso di violazioni in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, l’Ispettorato del Lavoro terrà un comportamento uniforme così come previsto dalla nuova circolare ministeriale per il mancato rispetto della normativa sulla sorveglianza sanitaria dei lavoratori.

L'obbligo del datore di lavoro scatta nei casi in cui non sia stato ancora espresso il giudizio di idoneità nei confronti del lavoratore soggetto a sorveglianza sanitaria ed in sede ispettiva si riscontri che lo stesso sia già stato adibito a quella specifica mansione (in questo caso risulta evidente il difetto di vigilanza del datore di lavoro o del dirigente); nei casi in cui si debba valutare lo stato di salute del lavoratore per l’affidamento di compiti specifici, che non dipendono dai rischi presenti nell'ambiente di lavoro, ma dalla capacità del lavoratore stesso di svolgerli e in tutti i casi in cui la normativa vigente prevede l’obbligo della sorveglianza sanitaria.

L'Ispettorato precisa inoltre, che se l’omessa sorveglianza sanitaria viene riscontrate in settori diversi dall’edilizia, gli ispettori del lavoro dovranno comunicare la notizia di reato all’Autorità Giudiziaria.