Nuova rateazione Inail dei debiti non iscritti a ruolo

Con la circolare del 29 luglio 2019 l’INAIL comunica che è stata semplificata la disciplina delle rateazioni fino a 24 rate dei debiti contributivi per premi non iscritti a ruolo. 

La novità riguarda il fatto che è stato eliminato l'obbligo del versamento dell’acconto o rata provvisoria contestualmente alla presentazione della domanda di rateazione. Oggetto di rateizzazione possono essere i debiti scaduti, i debiti correnti e i debiti per i quali il datore di lavoro, in sede di autoliquidazione, ha chiesto di effettuare il pagamento in quattro rate.

Il debitore che si trovi in temporanea situazione di difficoltà economica e che intenda regolarizzare la propria situazione, deve presentare domanda di rateazione utilizzando il servizio telematico disponibile sul portale INAIL, all’interno della domanda occorre indicare l’importo da rateizzare e il numero delle rate mensili, uguali e consecutive, tramite le quali si intende saldare il debito, specificando se tale importo si riferisce a debiti scaduti o correnti. 

La domanda potrà essere accolta esclusivamente a condizione che l’importo della singola rata comprensiva di interessi non sia inferiore a 150,00 euro. Le sedi territoriali avranno a disposizione un'apposita funzione di simulazione del piano di ammortamento. In caso di accoglimento dell’istanza, la rateazione avrà effetto con il pagamento della prima rata entro il termine fissato dall' Inail. Le successive rate andranno versate in base al piano di ammortamento a rate costanti e uguali con scadenza mensile a 30 giorni dalla scadenza della prima rata. In caso di omesso o insufficiente pagamento anche di una sola rata è previsto l'annullamento della rateazione.